CORSO DI INTERAZIONE GUIDATA

CORSO DI INTERAZIONE GUIDATA: PERCEZIONE E PROBLEMI PERCETTIVI I PERCETTIVI DEI PAZIENTI CON DEI PAZIENTI CON DANNI CEREBRALI CEREBRALI SECONDO L’APPROCCIO SECONDO L’APPROCCIO SONDEREGGER
Che si terrà il 5 – 6 -7 e il 26-27-28 ottobre 2018 a Firenze presso l’Ass.C.A.

TEORIA, IMPLICAZIONE TERAPEUTICA ED APPLI TERAPEUTICA ED APPLICAZIONE ALLA VALUTAZIONE ED ALLA TERAPIA
Il docente: Marco Ardemagni, Fisioterapista con esperienza decennale nella riabilitazione delle Cerebrolesioni, esperto nell’applicazione
dell’approccio “Interazione Guidata”, Presidente Associazione Hans Sonderegger A.P.S.
IL CORSO È RIVOLTO A Infermieri, Fisioterapisti, Logopedisti, Terapisti occupazionali, Educatori Professionali,Terapisti

della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva, Psicologi e ai familiari

Per muoverci e agire nell’ambiente in modo autonomo abbiamo
bisogno sia di informazioni acquisite al momento grazie al sistema
percettivo-motorio sia di informazioni che abbiamo immagazzinato in
memoria di esperienze precedenti. Il concetto della “interazione
guidata” sottolinea l’importanza della percezione, della cognizione,
dell’azione, del corpo, del ambiente e delle innumerevoli legami tra
persona e ambiente per il processo della riabilitazione dei clienti colpiti
di un danno cerebrale.
Durante una giornata gli esseri umani devono compiere una serie di
azioni come lavarsi, vestirsi, mangiare, procurarsi il cibo, interagire con
i simili. Per fare tutte queste cose devono muoversi in un ambiente
popolato da oggetti e da altri esseri in movimento, tutti ugualmente
soggetti alle stesse regole di base che governano il mondo fisico.
L’ambiente che ci circonda è un ambiente fisico, un ambiente da
toccare.
Già in un gesto elementare come toccare di un oggetto, il processo
motorio e quello percettivo sono in comunicazione costante. Questo
dialogo costituisce la capacità del soggetto di percepire ed elaborare
informazioni per generare una risposta motoria adeguata all’ambiente
percepito. I processi percettivi sono quindi prerequisiti indispensabili
nell’apprendimento motorio e nell’esecuzione dei pattern motori
complessi. Le informazioni che provengono dal sistema
tattile/cinestetico hanno un ruolo cruciale.
Interagendo con l’ambiente, ogni individuo si confronta con situazioni
che richiedono un adattamento del suo comportamento. La capacità di

adattarsi alle variabili contestuali è detta capacità di problem-solving. Il
problem-solving può essere definito come una complessa interazione
dei processi percettivo-cognitivo-affettivo.comportamentali attraverso
cui un individuo si identifica e scopre mezzi efficaci per affrontare i
problemi incontrati nella vita quotidiana. Le attività della vita quotidiana
richiedono continuamente cambiamenti nelle relazioni topologiche tra il
corpo e l’ambiente circostante, tra gli oggetti e le persone
nell’ambiente.
Un danno cerebrale distrugge o altera le relazioni fra persona e
ambiente. Di colpo l’individuo si trova in un corpo sconosciuto e in un
mondo sconosciuto “sentendo” in modo diverso rispetto a prima del
danno e diviene un soggetto che può insegnare le qualità più profonde
di cui siamo dotati, può scoprire delle capacità psicofisiche ed una
forza interiore in grado di riconquistare lo spazio, il tempo e le persone
stesse.
L’interazione guidata mira a raggiungere due scopi principali, cioè (1)
stabilire e mantenere l’interazione tra cliente ed ambiente, nonostante
la presenza di ostacoli e le difficoltà legate alla patologia e (2) a
sostenere il cliente nella sua ricerca ed elaborazione dell’ informazione
per guidarlo a scoprire dove si trovi (relazione corpo-mondo) e che
cosa stia faccendo (l’attività). La cornice della interazione guidata
tramite il sistema consiste nello svolgere insieme (fisioterapista,
logopedista, infermiere, ergoterapista, neuropsicologo, familiari…) i
compiti della vita quotidiana.

Per informazioni ed iscrizioni: Associazione Ass.C.A. Tel.: 3887994391 3703265705 Sede

Legale Via Gran Bretagna 6 – 50126 Firenze
Sede Operativa Borgo La Croce 30a – 50121 Firenze
email: segreteria@assca.it sito: www.assca.it
CONTENUTI DEL CORSO: Le basi del processo di percezione; Valutazione e diagnosi funzionale: teoria e pratica;
Attività di vita quotidiana: azione intenzionale; Struttura e esecuzione di una azione intenzionale; Interazione guidata:
teoria e pratica
OBIETTIVI FORMATIVI
A termine della formazione, i partecipanti:
• aumentano la capacità di osservare e acquisiscono le competenze tecniche per riconoscere sintomi neurologici
più facilmente, migliorano la condivisione nel team rispetto al proprio ruolo professionale
• riconoscono l’importanza delle attività di vita quotidiana nel processo riabilitativo e riescono a pianificare e attuare
misure mirate rispetto al proprio ruolo professionale
• sviluppano una comprensione approfondita dei bisogni individuali di pazienti con sintomi neurologici ed
apprendono strumenti per soddisfarli in modo più coerente

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Prima giornata, 5 ottobre 2018
09:00 Presentazione e introduzione
09:15 La percezione tattile cinestetica
10:15 Sviluppo e struttura dell’azione intenzionata – prima parte:
entrare in contatto
10:30 Esercizio pratico: entrare in contatto
10:45 Pausa
11:00 Sviluppo e struttura dell’azione intenzionata – seconda
parte: afferrare
11:15 Esercizio pratico: Afferrare
11:30 Sviluppo e struttura dell’azione intenzionata – terza parte:
trasportare
11:45 Il processo della valutazione
12:00 Esercizio pratico di osservazione
12:15 La scheda di valutazione
12:30 Pausa pranzo
13:30 Preparazione della valutazione
14:00 Attività di gruppo con il paziente: osservazione durante
un’attività quotidiana
15:00 Lavoro di gruppo: applicazione del processo di valutazione
15:45 pausa
16:00 Presentazione e discussione delle osservazioni,
interpretazioni e conclusioni
17:00 Chiusura dei lavori
Seconda giornata, 6 ottobre 2018
09:00 La percezione atipica: I problemi dei pazienti nelle attività
della vita quotidiana
09:45 Esercizio pratico
10:00 Interazione guidata – regole fondamentali
10:45 pausa
11:00 Esercizio pratico – Interazione guidata
12:30 pausa pranzo
13:30 Preparazione dell’attività con il paziente
14:00 Attività di gruppo con i pazienti: osservazione e trattamento
14:45 Lavoro di gruppo: applicazione del processo di valutazione
15:15 pausa
15:30 Presentazione e discussione di possibili interventi e obiettivi
16:30 Preparazione dell’attività con il paziente
17:00 Chiusura dei lavori
Terza giornata, 7 ottobre 2018
09:00 L’interazione guidata – Introduzione alla teoria dell’approccio
terapeutico
09:30 Attività di gruppo con il paziente
10:30 pausa

10:45 Lavoro di gruppo: valutare la qualità di intervento
11:15 Elaborazione di obiettivi e interventi
12:00 Presentazione e discussione dei risultati
12:30 Chiusura dei lavori
Quarta giornata, 26 ottobre 2018
09:00 Presentazione degli obiettivi individuali
09:30 Presentazione dei pazienti
10:00 Teoria: la comunicazione
10:30 pausa
10:45 Esercizio pratico – Guida nelle attività della vita quotidiana
12:30 pausa pranzo
13:30 Preparazione dell’attività con il paziente
14:00 Attività di gruppo con il paziente: valutazione e trattamento
15:00 Lavoro di gruppo: valutare la qualità di intervento
15:45 pausa
16:00 Presentazione e discussione dei risultati
17:00 Chiusura dei lavori
Quinta giornata, 27 ottobre 2018
09:00 Teoria: l’organizzazione dell’offerta – Guida Corpo-mondo
09:45 Esercizio pratico
10:00 Teoria: l’organizzazione dell’offerta – Guida Corpo-problem
10:45 pausa
11:00 Esercizio pratico
11:30 Lavoro di gruppo: pianificare il trattamento successivo e
condivisione die singoli obiettivi
12:30 pausa pranzo
13:30 Preparazione del lavoro con il paziente – possibili
applicazioni dei contenuti appresi nel lavoro quotidiano
14:15 Attività di gruppo con il paziente
15:15 pausa
15:30 Lavoro di gruppo: valutare la qualità di intervento
16:00 Presentazione e discussione dei risultati
17:00 Chiusura dei lavori
Sesta giornata, 28 ottobre 2018
09:00 Lavoro di gruppo: formulazione degli obiettivi di medio e
lungo termine
09:30 Presentazione e discussione degli obiettivi
11:00 Pause – pausa
11:15 Lavoro in coppia: implicazioni pratiche dei contenuti appresi
per il proprio lavoro
11:45 Esame
12:15 Conclusioni e chiusura
12:30 Fine dei lavori

ESSENDO IL CORSO ORGANIZZATO DALL’Ass.C.A., E’ STATO POSSIBILE
CONTENERE I COSTI A € 420 A PARTECIPANTE

Associazione Ass.C.A. Tel.: 3887994391 3703265705

Sede Legale Via Gran Bretagna 6 – 50126 Firenze
Sede Operativa Borgo La Croce 30a – 50121 Firenze